In evidenza

MARTINA VALENDINO  A BRUXELLES  ALLA CERIMONIA DI PREMIAZIONE DEL CONCORSO EUROPEO DI TRADUZIONE  “JUVENES TRANSLATORES”

 Il primo Aprile scorso nevicava e la temperatura era sotto zero a Bruxelles,  sede delle principali istituzioni UE  fra cui la Commissione Europea, ente organizzatore e sponsor del concorso per giovani talenti nella traduzione dalle principali lingue europee.

Dunque non è stato uno scherzo per Martina – in tacchi alti e tailleur d’ordinanza – raggiungere, insieme ai suoi genitori e alla sua professoressa,  Charlemagne Building, di fronte a Le Berlaymont, quartier generale della Commissione Europea, con la sua esplanade in cui sventolano le ventisette bandiere dei paesi membri e la cui vista ha fatto sì che il papà di Martina  - emozionatissimo - affermasse: “Mi sembra di essere dentro un telegiornale!”.

Quando la grande sala Alcide De Gasperi (che orgoglio per noi italiani!) si è aperta davanti ai nostri occhi, con la platea digradante, l’enorme palcoscenico e alle nostre spalle gli interpreti che già indossavano la cuffia per la traduzione dietro i loro schermi in vetro, l’emozione si è fatta palpabile. Martina si è avviata – seria e inappuntabile – a raggiungere il gruppo dei  giovani vincitori, tutti fra i diciassette e i diciott’anni.

Con questi bellissimi e bravissimi ragazzi e ragazze, sono sicura, Martina ha trascorso tre giorni indimenticabili, appena tre giorni di chiacchiere, scherzi ma anche serissimi confronti sulle rispettive vite in cui hanno toccato con mano – se mai ce ne fosse stato bisogno, in quella istantanea connessione che scatta quando i giovani si ritrovano in presenza - che  sogni,  desideri,  paure,  aspettative per il futuro fanno di loro un tutt’uno, pur nella diversità culturale che contraddistingue ciascuno.

Così Martina ha potuto verificare di persona che fra gli obiettivi dell’ Unione Europea – che la Commissione persegue e “traduce” in programmi operativi, fra cui questo concorso – vi è il multilinguismo. Sebbene vi siano almeno due “lingue franche”, lingue utilizzate da tutti gli europei come lingue di comunicazione, e cioè l’inglese e il francese che anche Martina ha usato a Bruxelles, è importante per le istituzioni e per tutti i cittadini europei mantenere e coltivare il patrimonio culturale di ogni paese membro, lingua compresa. E così vi è una schiera di traduttori che traducono da tutte le 24 lingue ufficiali dell’Unione Europea verso la propria lingua madre.

In questo senso è stato illuminante l’incontro con la Direzione Generale Traduzione Italia: dal Capo Dipartimento alla schiera di traduttori, tutti  - con grande cortesia, disponibilità e professionalità  - hanno mostrato a Martina e alla sua docente come viene svolto l’imponente lavoro di traduzione verso l’italiano di decreti, leggi, progetti, comunicati stampa, discorsi e molto altro ancora.

Ma le visite, le attività e la cerimonia si sono susseguiti così freneticamente che forse su tutto questo Martina ha riflettuto con più calma nelle ore seguenti, in volo, quando finalmente si è rilassata dopo aver tenuto il suo discorso sul palco, dopo aver stretto in mano il suo diploma e la sua onorificenza che immagino ora in bella mostra sulla sua scrivania.

Perché questi tre giorni sono stati tesi per l’emozione, intensi, bellissimi: le lacrime di commozione alla cerimonia, le attività ma anche le cene insieme, conoscere e subito dire goodbye a tanti ragazzi con cui si è condiviso un momento così potente, ricevere così tanti complimenti ma anche consigli e suggerimenti per una carriera che è un sogno da perseguire.

Grazie, Europa!                                   

                                                                                                    Prof.ssa Maria Cristina Caracciolo

 P.S. : Se volete vedere l’emozionante cerimonia, ecco qui il link:

https://webcast.ec.europa.eu/juvenes-translatores-2021-2022-award-ceremony-2022-04-01

 

Letto 368 volte Ultima modifica il Martedì, 12 Aprile 2022 05:46
Condividi questo articolo

Segreteria

Segreteria digitale
Registro elettronico famiglie

Segreteria digitale

Registro elettronico per le famiglie

Link utili

Link utili

Mappa

Top
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy (link). Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. More details…